Alcune riflessioni sulle prime lezioni di canto

orso

Ciao a tutti, diciamo che quest’articolo è più uno sfogo personale, ma chissà se comunque non farà riflettere qualcuno.

Ultimamente nelle mie lezioni di canto, ciò che sento dire :

 

 

 

  • “Io lo faccio solo per hobby, non per diventare famoso (???) quindi mi iscrivo solo perché mi piace…”

e la mia riflessione è: Se la musica per te è solo un hobby, perchè poi ti iscrivi a tutti i concorsi, ti esibisci nei locali, e dici che la musica per te è tutta la tua vita?  La musica per me non è un hobby, ma disciplina, costanza, sacrificio, passione, concentrazione ecc… raccogliere fiori è un hobby… o meglio: chiunque può cantare, certo,  ma se hai deciso di intraprendere questo percorso, non essere superficiale, che tu voglia diventare un professionista o no. Seconda cosa, non sono un agenzia artistica, se vuoi diventare famoso datti da fare tu, iniziando dallo studio e facendoti conoscere con concerti, pubblicazione di dischi, pubblicità ecc… Per finire, se ti iscrivi ad un corso che NON ti piace, vuoi torturarti da solo, quindi è ovvio che ti piace…

  • “Io canto solo italiano perchè in lingua straniera non la capisco quindi non mi emoziono”…

e la mia riflessione è: per fortuna in musica non è solo il testo che emoziona, anzi, il che significherebbe che nessun brano strumentale (musica classica, colonne sonore, musica etnica ecc…) non avrebbero senso visto che non possiede un testo, quindi non emozionerebbe, ma se la musica non emoziona a cosa serve? Imparate ad ascoltare qualsiasi tipo di musica, un brano in qualsiasi lingua (o senza testo) ha un mondo da scoprire, cercate di aprirvi di più alla musica, sotto ogni forma, troverete sempre del bello dentro.

  • “Mi piace cantare i brani degli anni 60…”

e la mia riflessione è: ok, poi? siamo nel 2015, siamo andati avanti con il tempo, ma purtroppo per molti la musica si è fermata agli anni ’60 e non solo, al peggio del peggio, diciamoci la verità: in quegli anni in Italia la maggior parte dei brani non era proprio il massimo. Ripeto: imparate ad ascoltare tutta la musica, di qualsiasi genere, mi darete ragione.

  • Secondo te i cantanti dei talent show non sono bravi?

e la mia riflessione è: quando ho iniziato io le migliori cantanti erano Withney Houston, Mariah Carey, Celine dion (nella pop/music) ascoltavo Michael Jackson, Madonna, Tina Turner e tantissimi altri, per non parlare di tutta la musica jazz che ho ascoltato da adolescente… Per me no, i nuovi emergenti usciti da questi talent, non meritano il loro successo.

  • “Mia figlia ha 3/4 anni, è tanto portata per il canto… mi ha chiesto di iscriverla a scuola di musica, ha visto in televisione come sono bravi?”

e la mia riflessione è: mhmhmhmh dovrei commentare? A parte tutto, io rispondo alle mamme di iscrivere il figlio di quell’età ad un corso di strumento, se lo ritroverà più avanti, si può iniziare benissimo a cantare a 14-15 anni, anzi secondo me è l’età giusta.

 

Per ora mi fermo qui, ma ne aggiungerò altre quando mi capiteranno, il consiglio che posso darvi, è non prendete la musica con superficialità, dategli la giusta importanza e il suo giusto valore, risparmierete tempo e denaro.

…Nereide

PS: se vi è capitato anche a voi un episodio in particolare e avete voglia di scriverlo, fatelo nei commenti in basso. Ciao!

 

Lascia un commento

*